Giuseppe Solmi
 

A39







Manoscritto su carta, in arabo, XIX secolo.
Dimensioni del foglio 195 x 128 mm, specchio di scrittura 145 x 76 mm . Testo in calligrafia naskh su singola colonna di 19 linee in inchiostro nero, titoli e parole significative in rosso ... La decorazione comprende un frontespizio in oro e colori. Tutti gli altri fogli sono delimitati da un doppio filetto in rosso . Legatura coeva marocchino rosso con impressioni a secco. Custodia in marocchino rosso. Eccellenti condizioni di conservazione.
Il testo è una raccolta di hadith.
Dopo il Corano, incontrastata prima fonte della legislazione islamica, segue quale seconda fonte la tradizione, in arabo hadit, che riempie anche i più piccoli spazi vuoti, come certi particolari della vita di tutti i giorni (le altre fonti sono l 'igma, cioè il consensus omnium, e il qiyas, cioè il ragionamento per analogia, o applicazione, ad un caso non previsto nelle fonti, di un precetto che in queste ultime è già contemplato) . Questa imponente raccolta di tradizioni è un numero piuttosto elevato di detti e fatti del Profeta dell'Islam, che venne riunita ed ordinata alcune generazioni successive sia alla scomparsa del Profeta, sia dei compagni - cioè coloro che lo conobbero - nel tentativo di realizzare l'Islam sostituendo l'imitazione del comportamento degli antenati con quello del Profeta, esattamente come la comunità islamica si era sostituita alla tribù. Un testo contenente un detto o un fatto del Profeta dell'Islam venne trascritto preceduto da un aggancio a qualche personaggio appartenuto alla generazione che visse nel momento in cui iniziò la raccolta, e attraverso una catena, o meglio un appoggio di trasmettitori ben indicati, raggiungeva un compagno e infine lo stesso Muhammad. Questa massa di tradizioni fu oggetto di raccolta sistematica da parte di alcuni dotti e divenne composta in grandi compilazioni ordinate o secondo il criterio della materia alla quale ogni tradizione si riferiva, e che si voleva, con quella tradizione, regolata.
In mezzo a queste grandi compilazioni sei divennero per comune consenso le più autorevoli.
La nostra raccolta prende l'avvio la Basmala e una breve successiva introduzione .
Si divide in capitoli, il titolo di ognuno dei quali è scritto con inchiostro rosso, in perfetta ed elegante armonia con la legatura . Con inchiostro rosso sono scritte anche alcune Basmala (l'invocazione " In nome di Dio, il Clemente, il Misericordioso) e alcune parole significative e atte a schematizzare la struttura del testo. I capitoli della raccolta sono venti, di lunghezze differenti :
Hadith
Libro dei testimoni (oculari)
Libro relativo a coloro che hanno appreso
Libro riguardante gli orari della preghiera
Libro sul richiamo alla preghiera
Libro concernente il digiuno
Libro dedicato all'accompagnamento funebre
Libro concernente la zakah (elemosina legale)
Libro sul pellegrinaggio rituale
Libro del Venerdì
Libro riguardante le due festività
Libro dedicato alla preghiera per ottenere la pioggia
Libro riguardante Giuseppe
Libro su coloro che sono incapaci
Libro riguardante la veglia di preghiera notturna
Libro sulle abluzioni
Libro riguardante la mestruazione
Libro che tratta del nome e delle parole di Dio
Libro sulla preghiera
Libro riguardante la preghiera comune.